Cronologia

Contenuto

Diagnostica delle fibre del dolore

Oltre agli esami di routine della neurofisiologia, finalizzati ad investigare unicamente il sistema nervoso non deputato alla trasmissione del dolore, i moderni metodi di indagine offrono la possibilità di studiare anche il funzionamento delle vie neurologiche sensoriali che trasmettono il dolore. Nell'ambito del controllo della qualità, il nostro laboratorio per sensoriale quantitativa i test per la Società in data 2011/10/20 qualificato per la terapia del dolore - Certkom eV (D) certificati. Tra questi rientrano i seguenti metodi:


Test quantitativo sensorio (QST)
Il QST permette di rappresentare la sensibilità a stimoli non dolorosi (caldo, freddo, contatto) ed a stimoli dolorosi (temperature estremamente fredde o estremamente calde, puntura di spillo) e le relative variazioni patologiche (eccessiva o ridotta sensibilità a tali stimoli). Ciò consente di ottenere informazioni su anomalie delle fibre nervose che possono causare il dolore.
 


Laserdoppler Imaging (LDI)
Uno stimolo di corrente a livello cutaneo provoca un arrossamento della pelle. L’arrossamento cutaneo viene trasmesso mediante fibre nervose che svolgono un ruolo attivo nella percezione del dolore. Un raggio laser esegue la misurazione quantitativa dell’arrossamento cutaneo. Grazie a tale misurazione è possibile localizzare il deficit nelle fibre nervose che causano il dolore.


Potenziali evocati da laser (LEP)
I potenziali evocati da laser consentono di dimostrare l’integrità o il deficit non solo dei nervi che trasmettono il dolore, ma anche delle relative vie che conducono al midollo spinale e al cervello. Con questa metodica un raggio laser applica uno stimolo di calore leggermente doloroso a livello cutaneo e misura sul cervello la reazione trasmessa dal nervo.
 
 

Informazioni supplementari

Aderisci subito

CHF 200'000 nel caso di una para-tetraplegia conseguente a infortunio che implichi una dipendenza permanente dalla sedia a rotelle. Diventare membro

Webdesign by nextage.ch